Lea Garofalo: un presidio di legalità permanente opera in suo nome - itCatanzaro

itCatanzaro

STORIE VALORI ED EMOZIONI

Lea Garofalo: un presidio di legalità permanente opera in suo nome

Lea Presidio Libera

Lea Garofalo, la donna che ha avuto il coraggio di ribellarsi alla ‘ndrangheta e che ha pagato con la vita la determinazione di battersi per la legalità e la giustizia. A dodici anni dalla sua morte la città di Milano ha ricordato la testimone di giustizia calabrese, originaria di Petilia Policastro, assassinata proprio nel capoluogo lombardo. Il 24 novembre 2009 Lea Garofalo, infatti, è stata sequestrata e uccisa dal suo ex compagno e dai suoi sodali ‘ndranghetisti. Motivo del barbaro assassinio l’allontanamento dal clan da parte della donna e la scelta di collaborare con la magistratura. Dopo essere stata seviziata il suo corpo fu fatto a pezzi e fatto sparire. I resti furono ritrovati in un terreno vicino a Monza solo qualche anno dopo.

Tutti in piazza per Lea Garofalo


 Il coordinamento milanese di Libera, insieme al Comune di Milano e al Presidio di Libera “Lea Garofalo” ha organizzato una fiaccolata in sua memoria dall’Arco della Pace fino a viale Montello. Una manifestazione pacifica nei pressi nel giardino antistante alla casa dove Lea Garofalo ha vissuto. Uno spazio un tempo degradato e oggi recuperato alla vita sociale e intitolato alla sua memoria. “Milano, la città che Lea scelse fuggendo dalla Calabria, ha il dovere di ricordare chi è stata vittima due volte: della mafia e della violenza contro le donne”. Così l’assessore ai Servizi Civici e Generali de Comune di Milano, Gaia Romani.

Fiaccolata  lea garofalo

“A distanza di dodici anni, la sua eredità continua a essere un monito per le istituzioni. Lea è un esempio per tante donne che trovano la forza di ribellarsi e liberarsi dall’oppressione mafiosa. Dodici anni dopo –ha ribadito l’assessore – il suo sorriso è più vivo che mai, in quello di sua figlia Denise. A lei va il nostro affetto, e soprattutto nel nostro impegno contro ogni forma di crimine organizzato e a difesa della legalità”.

Il presidio di Libera

Il 19 ottobre 2013, in Piazza Beccaria a Milano, si sono celebrate le esequie civili di Lea Garofalo grazie a Libera, associazione nome e numeri contro le mafie. A Milano Lea è morta e la città ha deciso di ricordarla con un punto di incontro permanente. Oggi il Presidio Lea Garofalo di Libera, nella città meneghina, è costituito da un gruppo di cittadini impegnati nella lotta alle mafie. Si tratta di un punto di riferimento, un laboratorio di cittadinanza attiva, di impegno a favore della legalità contro il malaffare.

Ancora Insieme Libera

Costituito ufficialmente da tanti giovani il 2 marzo 2012, è nato in seguito alla decisione di stare accanto a Denise, figlia di Lea. Inoltre gli attivisti hanno scelto anche di partecipare alle udienze del processo per l’omicidio di Lea Garofalo. Responsabilità del presidio è quella di raccontare la storia di Lea e Denise, proporre momenti di formazione e informazione. Idee e iniziative che portino ad una maggiore responsabilità civile e alla costruzione di una rete con altre associazioni e realtà del territorio milanese. E non solo.

(Foto Facebook Presidio Lea Garofalo Libera Milano)

Lea Garofalo: un presidio di legalità permanente opera in suo nome ultima modifica: 2021-11-25T09:00:41+01:00 da Maria Scaramuzzino

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x