I CATANZARESI RACCONTANO CATANZARO

itCatanzaro

EDIFICI STORICI

Il Circolo Unione e le sue attività

8759156f 4501 4c3e 9514 De7aae8f308e

Al primo piano del prestigioso Palazzo Fazzari, nel 1961, veniva inaugurato il Circolo Unione. Un centro di aggregazione sociale voluto dall’alto magistrato Salvatore Blasco, particolarmente attivo nella promozione culturale.

8759156f 4501 4c3e 9514 De7aae8f308e


Nei sontuosi locali, ottenuti dai Conti Larussa, si svolgevano attività di vario genere, dagli incontri culturali alle mostre di pittura, dalle tavole rotonde ai balli in maschera, dalla partite a bigliardo ai tornei di scacchi.
In tanti, anche non soci, entravano a curiosare nei saloni dove si tenevano le varie iniziative. Molto partecipati erano i tornei di scacchi. Avvolti in un’intensa nube di fumo di sigari e sigarette, i giocatori, con sul tavolo blocchetti per la trascrizione delle mosse, portacenere stracolmi e orologi analogici, studiavano le mosse in assoluto silenzio.

915a4cf9 5981 426c 817a 42e63188d7ae


Il pubblico ovviamente faceva il tifo per gli scacchisti catanzaresi. Tra questi c’erano Alberto Jannuzzi, Giuseppe Spadea, Ernesto Fragomena, Giovanni D’Andrea, Saverio Silipo. Gli studenti preferivano seguire le partite del buon profossore Gallella. In pochi anni il Circolo Unione era diventato la culla cittadina degli scacchi con la presenza ai tornei di giocatori provenienti da varie città italiane ed anche dall’estero.
Al Circolo Unione trovavano ospitalità anche musica e teatro, pittura e collezionismo, cineforum e mostre d’arte. Il tutto in ambienti unici, impreziositi da dipinti, caminetti di raffinata fattura, arredi tardo barocco, ferri battuti, vetrate e decorazioni degli artisti fiorentini Enrico e Federico Andreotti e affreschi, in stile liberty, del nostro Alfonso Frangipane, lo stesso che si dedicò a rendere ammirabile la farmacia Leone, posta al piano terra di Palazzo Fazzari.

Ab249193 1163 4b53 B73a 783831017ac0

Dal Circolo Unione è stata lanciata l’idea di una università sui tre colli. Si partì con la Libera Università nel 1991 per arrivare all’Università della Terza Età. Il merito è da attribuire al presidente del circolo, dott. Salvatore Blasco, il quale può essere considerato, a tutti gli effetti, il pioniere dell’ateneo catanzarese.
Tra le tante personalità ospitate nei saloni del Circolo Unione di Palazzo Fazzari va ricordato lo scienziato Renato Dulbecco, catanzarese di nascita, insignito del premio Nobel della Medicina nel 1971 per aver scoperto il meccanismo d’azione dei virus tumorali nelle cellule animali.

872154b5 F6d3 443e 96cb F338884569b4


La gloriosa storia e la qualificata attività del Circolo Unione di Catanzaro finiscono, dopo oltre mezzo secolo, nel mese di aprile del 2015. All’epoca il presidente era l’avvocato Antonio Scaramuzzino, secondo ed ultimo di quel circolo che tanto ha dato alla città. A quella città che ha accettato nell’indifferenza la chiusura di un prestigioso polo culturale, punto di riferimento di intellettuali, artisti, appassionati d’arte, sportivi, con la perdita di un inestimabile patrimonio costituito non solo da opere d’arte, biblioteca e beni materiali vari.

38c69ae5 Ae2f 4290 Bb03 E7caa600653d

Per la gentile concessione delle foto la redazione di itCatanzaro.it ringrazia Carlo Maria Elia , psichiatra, con la passione per la fotografia e un invidiabile archivio di immagini frutto di una ricerca pluridecennale.

Il Circolo Unione e le sue attività ultima modifica: 2020-06-15T11:36:09+02:00 da Alessio Bressi
To Top