I CATANZARESI RACCONTANO CATANZARO

itCatanzaro

CULTURA

Il nostro tempo e la speranza, come un libro di Alvaro.

48218cb5 Ce07 4e4d 905b 1a6ea3e03f02

Cari Amici sono felice di ritornare a scrivere su questa nostra Pagina dedicata a Catanzaro e ai Catanzaresi.

Ebbene amici Catanzaresi, oggi vi parlo del primo libro di Corrado Alvaro:
POLSI nell’arte, nella leggenda, nella storia” – GERACE Tipografia D. Serafino – 1912, la rarità bibliofila presente, nella mia collezione ‘alvariana’, come un’unica edizione originale anacronistica. E’ l’opera prima di Corrado Alvaro, e si stenta a credere che a quell’età, un giovane scrivesse con competenza e padronanza di linguaggio su uno dei più vecchi e sconosciuti Santuari Mariani Italiani.
Il Santuario di Polsi è situato nel cuore dell’Aspromonte, in mezzo ad una valle. Era uno dei Santuari più inaccessibili al mondo, dove, una volta, si giungeva faticosamente a piedi.

Collezione Pino colosimo
Edizione originale anacronistica – Collezione Pino Colosimo

Incipit del libro: “Camminavo solo, avanti, per Polsi: dietro di me la tenace zampa del cavallo tormentava la terra bigia; non guardavo se non i massi minacciosi, ritti, sul sentiero tagliato da tanti passi nei secoli, nel senso vivo del monte che inclinava alla valle gli alberi immensi.”

Un pomeriggio di Agosto del 1995, molto caldo e tipico delle zone joniche reggine, facevo ritorno da Caraffa del Bianco, un paese dell’Aspromonte, dove mi recavo da oltre vent’anni per far visita a don Massimo, il fratello prete di Corrado Alvaro, parroco di Caraffa, Sant’Agata, Casignana e Pardesca. Lungo la statale106, nel centro di Locri, ad attirare la mia attenzione fu un’insegna pubblicitaria, quella della “Tipografia Serafino”. Fermai l’auto e mi avvicinai lentamente al negozio con la porta aperta. Non tardai ad accorgermi che nel buio dell’interno, un uomo brizzolato, di mezza età, stava spostando un macchinario, sicuramente uno di quelli utilizzati dagli stampatori.

71a02d56 D68d 4f65 9d21 5d552009d0de
Copertina libro “POLSI nell’arte, nella leggenda, nella storia” – Collezione Pino Colosimo


Mi feci coraggio, e dopo aver salutato, gli domandai se questa tipografia nel 1912, avesse stampato il primo libro di Corrado Alvaro.
L’uomo si girò di scatto, e dopo avermi fissato con i suoi occhi neri e profondi, rispose sorpreso, che suo nonno Domenico ebbe questo privilegio.
Mi disse, porgendomi la mano, di chiamarsi Vincenzo e mi domandò, con l’affabilità che si riserva ai forestieri, da dove arrivassi, e se fossi uno studioso di Corrado Alvaro.
Non tardò ad intuire dalle mie prime parole e dal tono della voce, quanto amassi lo scrittore di San Luca.

Quando apprese che collezionavo le sue opere, e mi mancava il libro che aveva stampato suo nonno, poiché difficile da trovare, mi esortò di insistere, di non demordere con la mia ricerca.
Poi, dopo una pausa di silenzio, si recò nel retro del negozio; ricomparve con quel libretto di sessantaquattro pagine con la copertina color carta da zucchero, da me tanto agognato.
Me lo donò, precisando che lo aveva ristampato per la prima volta con i caratteri tipografici, la carta e la lastra cliché per la tampografia della copertina, gli stessi che nel 1912 utilizzò suo nonno Domenico Serafino per la pubblicazione del diciassettenne Corrado Alvaro, studente liceale del Galluppi di Catanzaro.

Corrado Alvaro a Catanzaro

Appresi in seguito che uno dei pochi libretti in circolazione di “POLSI nell’arte, nella leggenda, nella storia” è disponibile nella Biblioteca Comunale di Catanzaro. Don Massimo mi raccontò che questa è la copia donata dal giovane Corrado Alvaro al bibliotecario Filippo De Nobili, don Pippo per i suoi concittadini, e che dal 1908 al 1958 diresse la biblioteca comunale di Catanzaro, oggi a lui intestata. Durante le vacanze natalizie di quest’anno, chiesi all’amico Enzo Colacino di accompagnarmi nella Biblioteca Comunale, perché volevo fargli vedere quale rarità bibliofila possiede la città di Catanzaro.

Alvaro A 3
Biblioteca De Nobili, scheda del libro: POLSI nell’arte, nella leggenda, nella storia

Andai a cercare il titolo del libro nello schedario, comunicai le coordinate alla bibliotecaria, che in brevissimo tempo mi consegnò in visione.
Mi emozionai ma nello stesso tempo provai molta rabbia per le mediocri condizioni di conservazione del libretto. Mi rattristarono lo strappo della sua copertina originale, le pagine sgualcite e alcune non più rilegate.
Pregai, prima di restituire il libro, che venisse informato il responsabile, e si provvedesse al suo recupero, suggerendo di non renderlo più disponibile per la consultazione, proprio per la sua fragilità. Ho persino pensato di propormi e provvedere personalmente, a mie spese, per il suo immediato restauro.

Dove consultare oggi questo raro libro?

Oggi il libro “POLSI nell’arte, nella leggenda, nella storia” – GERACE Tipografia D. Serafino – 1912 è consultabile, oltre a Catanzaro, anche nelle biblioteche di Reggio Calabria Palmi, Locri e Siderno.

RC0138 PBEH0 Biblioteca mons. Antonino Sgro – Locri – RC
CZ0014 RCACC Biblioteca comunale Filippo De Nobili – Catanzaro – CZ
RC0049 RCACQ Biblioteca comunale Domenico Topa – Palmi – RC
RC0058 RCARN Biblioteca comunale Pietro De Nava – Reggio di Calabria – RC RC0097 RCA90 Biblioteca comunale – Siderno – RC
RC0116 RCAF3 Polo Culturale “Mattia Preti” del Consiglio regionale della Calabria -Reggio di Calabria – RC

Alvaro C 1
La copia del libro di Alvaro custodita nella biblioteca De Nobili di Catanzaro

Un’edizione recente è stata ristampata nel 2005 da Iiriti Editore.

Bc5a164b 45d0 460c A7f1 Fe5ca8a154b7
La ristampa del 2005 di Iiriti Editore
Collezione Pino Colosimo

Pino Colosimo

Il nostro tempo e la speranza, come un libro di Alvaro. ultima modifica: 2020-04-26T15:23:10+02:00 da Pino Colosimo
To Top